Autoctoni Da Burde: strumenti per l’espressione di un territorio, con un plus di personalità attraverso il lavoro dell’enologo

Venerdì 30 settembre si è svolta presso lo storico Ristorante Trattoria Da Burde a Firenze del sommelier informatico Andrea Gori una cena degustazione dedicata a vini ottenuti da soli vitigni autoctoni con la consulenza del nostro Emiliano. Si è ben mangiato e ben bevuto…, l’occasione di imparare una vera filosofia di espressione del territorio attraverso vitigni a volte desueti.
La lista delle etichette in degustazione era la seguente (con i links ai video delle degustazioni in diretta):

# Pignoletto Frizzante Colli Bolognesi Manaresi 2010

# Adarmando Trebbiano Spoletino. IGT Umbria Giampaolo Tabarrini 2009

# Piaggia Rosato IGT Toscana Viti dell’Erta 2010

# Poggio ai Chiari Sangiovese IGT Toscana Colle Santa Mustiola 2004

# Sagrantino di Montefalco Vigna della Cima Villa Mongalli 2006

# San Lorenzo Ciliegiolo IGT Maremma Toscana Sassotondo 2007

# Damo Vino Nobile di Montepulciano Montemercurio 2007

# San Lorenzo Etna Rosso Girolamo Russo 2008

# Vinsanto 2003 Piazzano

con questo menu:

* Sformato di patate e funghi
* Risotto al Ciliegiolo con Blu di Malga
* Filetto di maiale all’uva
* Crostata di Fichi e Mandorle

Questo il link al commento alla serata dell’amico Andrea Gori http://vinodaburde.simplicissimus.it/2011/10/03/la_maieutica_socratica_applicata_al_terroir_lenologo_oggi/

Infine, qui il link al set fotografico della serata: http://www.flickr.com/photos/burde/sets/72157627790056204/

Condividi
  • Facebook

News