Marco Anselmi – Montemercurio

“Ho conosciuto Emiliano grazie ad un altro amico produttore di Montepulciano che già collaborava con lui da alcuni anni e ricordo il nostro primo incontro in cui ha subito parlato di territorio, Vino Nobile di Montepulciano e della vecchia vigna che aveva appena visto e di cui era rimasto folgorato, tutte queste parole sembravano un po’ fuori luogo in un momento in cui molti enologi ancora parlavano di vitigni internazionali, nuovi impianti ad alta densità e vini poco legati alla denominazione, però dopo un primo momento di riflessione, queste parole mi sono subito suonate familiari e si sono poi tradotte nel desiderio di produrre un grande Nobile che fosse espressione di un Vecchio Vigneto storico piantato da mio nonno oltre 50 anni fa e capace oggi di produrre il nostro vino più rappresentativo e a lui dedicato: Il Vino Nobile di Montepulciano Damo.
La cosa che più apprezzo in Emiliano è sicuramente l’estrema precisione e la semplicità nell’approccio al vino in cui senza mai essere invasivi o voler anteporre l’uomo alla vigna, cerca di accompagnarmi nella produzione di quello che deve essere il Nostro Nobile di Montepulciano, per questo non usiamo lieviti selezionati, adottiamo solo Botti grandi nel solco della tradizione e abbiamo recuperato un vecchio vigneto con varietà autoctone che può dare al vino una unicità tutta nostra ; il suo ed il nostro desiderio è quello di produrre il miglior vino espressione del nostro territorio di San Biagio, traducendo la tradizione secolare del Nobile in una interpretazione moderna e apprezzata.
Un ragazzo giovane come lo sono io ma già con le idee chiare in testa con un’esperienza solida che mi ha aiutato nell’inserimento nel Mondo del vino e che grazie alla sua estrema disponibilità mi stà accompagnando in un viaggio importante e emozionante all’interno del vino.”

Condividi
  • Facebook

Dicono di me